Minacce al sindaco Decaro, Emiliano:"Non andranno da nessuna parte"

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Alcuni sindaci dell'area metropolitana di Bari, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sindacati, associazioni di imprenditori e commercianti, molti cittadini hanno partecipato ieri sera alla manifestazione 'Uniti per la legalità' svolta davanti al Comune per fare quadrato intorno al sindaco del capoluogo Antonio Decaro, che in questi giorni è stato ripetutamente minacciato di morte. 

Minacciato di morte per aver impedito la vendita di carne da parte di abusivi durante i festeggiamenti per il patrono S.Nicola svolti nei giorni scorsi. Nell'ultima giornata di festa, le forze dell'ordine avevano 'caricato' alcuni abusivi che in segno di sfida avevano acceso le cosiddette 'fornacelle' per arrostire la carne, nonostante i divieti. Il sindaco Antonio Decaro è stato accolto da un applauso dei presenti, alcune centinaia di persone e dal lancio di palloncini bianchi. Persone che si sono schierate da una parte, si sono schierate per la legalità in questa città e questo fa onore a Bari. Alla manifestazione era presente anche il governatore Michele Emiliano che non ha avuto parole dolci. I nostri avversari - ha detto  riferendosi alla criminalità – non andranno da nessuna parte. Bisogna regolare il conto una volta per tutte perché è evidente che ogni tanto ci riprovano, pensano di riprendere il territorio, distribuire licenze abusive. Ora, con buone indagini, bisogna individuare i responsabili di ciascun reato". Istituzioni, sindacati e associazioni datoriali hanno dichiarato di non volere "voltare la testa dall'altra parte" ma di "essere al fianco del sindaco nella sua battaglia per la legalità". Decaro ha ricevuto la solidarietà del premier Matteo Renzi che con un tweet ha lanciato l'hastag #daiAntonio, ma anche quella del ministro per la Difesa Roberta Pinotti che intervistata ha mandato "un abbraccio a Decaro che per il suo lavoro onesto e pulito è stato minacciato di morte".