Marittimo muore a Taranto dopo battuta di pesca

TARANTO di Redazione AntennaSud 

 

E' stato colpito al torace dalle attrezzature da pesca. Un colpo fatale. Un marittimo 25enne di Taranto è morto ieri in un incidente avvenuto a bordo di un peschereccio, al rientro da una battuta di pesca. Avviata un'inchiesta.

 

Sono state le profonde lesioni alla parte sinistra del torace a provocare la morte di Carlo Darcante, marittimo 25enne di Taranto, colpito in maniera violenta dall'attrezzatura da pesca dell'imbarcazione sulla quale era a bordo, insieme ad altre due persone. La magistratura ha avviato un'inchiesta sull'incidente, per accertare eventuali responsabilità. Momenti di tensione si sono vissuti all'arrivo al Pronto soccorso di parenti e amici del 25enne. Secondo fonti dell'Asl, sarebbero state danneggiate alcune suppellettili. 

La sala operativa della Capitaneria, informata via radio dell'incidente, ha subito disposto l'invio in zona di una motovedetta. Darcante era ancora in vita quando i soccorsi hanno raggiunto il peschereccio. E' stato subito trasferito a bordo dell'unità navale della Guardia Costiera e condotto presso la calata 1 del porto di Taranto, dove l'attendeva un'ambulanza del 118. Trasferito d'urgenza in ospedale, il giovane è morto poco dopo a causa delle gravi ferite riportate. 

La Capitaneria ha avviato un'inchiesta di carattere amministrativo.