Emergenza acqua a Casamassima, l'Asl: "Valori rientrati nella norma, l'acqua è potabile"

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Nessuna contaminazione batterica. L'acqua pubblica erogata nell'abitato di Casamassima è di nuovo potabile. Lo certifcano le analisi eseguite dall'Asl Bari, che confermano l'esito di quelle dell'Acquedotto Pugliese. 

 

Le analisi eseguite dall'Asl Bari confermano l'esito di quelle dell'Acquedotto Pugliese: l'acqua che sgorga dai rubinetti di Casamassima è di nuovo potabile. Da undici giorni un'ordinanza sindacale vieta di bere l'acqua distribuita nella rete pubblica. Ma gli esami di Asl e Aqp non rilevano concentrazioni batteriche. 

I risultati degli esami eseguiti sui campioni di acqua della rete idrica pubblica prelevati a Casamassima lo scorso 11 maggio "hanno mostrato che l'acqua distribuita in rete si presenta conforme a quanto previsto dalle vigenti norme in materia di qualità delle acque destinate al consumo umano", dichiara in una nota il direttore generale della Asl di Bari, Vito Montanaro.  

"Stiamo monitorando la situazione dal punto di vista sanitario - aggiunge - e a brevissimo saremo in grado di fornire con precisione i numeri dei casi di gastroenterite da sospetta contaminazione di acqua potabile che si sono verificati". Ieri - informa l'Asl di Bari - sono stati prelevati ulteriori campioni per far eseguire analisi microbiologiche dal Dipartimento di prevenzione di Bari dell'Arpa Puglia, e i risultati si conosceranno nei prossimi giorni. 

Attraverso il proprio Dipartimento di Prevenzione, l'Asl ha anche attivato un punto di comunicazione a disposizione dei cittadini residenti a Casamassima, che potranno contattare il numero telefonico 338 6912120 dalle 8 alle 17 per avere chiarimenti su come comportarsi. E' inoltre disponibile l'indirizzo sian.acquaviva@asl.bari.it.