Sport e legalità, Bitonto fa scuola con l'istituto Volta

BITONTO di Redazione AntennaSud

 

Si scrive legalità, si legge libertà. Festa della legalità e dello sport sabato scorso a Bitonto, in provincia di Bari, organizzata dall'istituto tecnico tecnologico Volta con il patrocinio del Comune.

Lo stadio comunale “Città degli Ulivi” di Bitonto, nel barese, ha ospitato sabato scorso la Festa della legalità e dello sport, organizzata dall'istituto tecnico tecnologico "Alessandro Volta", scuola polo per la legalità, con il patrocinio del Comune di Bitonto.

La manifestazione, giunta alla quinta edizione, si è tenuta a pochi giorni dall’anniversario della morte di Peppino Impastato, uno degli esempi più lampanti di lotta per la legalità e contro le mafie. Come lo stesso giornalista assassinato da cosa nostra recitava, «se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà». Bellezza che si è espressa nel più sano e più genuino divertimento all’aria aperta, a cui ha dato il via l'applaudita esibizione della Fanfara del 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura. A seguire, le performance artistiche di danza dei ragazzi della scuola DAS, dai canti e balli popolari del gruppo folk bitontino “Re Pambanelle”, e dalla partita di calcio 11 contro 11 delle due squadre composte da studenti, docenti, personale ata e dipendenti della pubblica amministrazione.

Danza, canto e sport, tre discipline diverse ma tutte unite per la stessa causa: la lotta a qualsiasi forma di dipendenza e di mafia.

Alla manifestazione hanno partecipato anche le forze dell’ordine. E c'è stato spazio anche per chi le vite, oltre che preservarle, talvolta riesce a salvarle. Si è svolta infatti la dimostrazione pratica d'interventi di primo soccorso in caso di arresto respiratorio, da parte della confraternita Misericordia di Bitonto. I volontari dell'associazione Amici del Cuore onlus hanno invece informato sui corretti stili di vita e sui rischi cardiovascolari.

"Questa è una manifestazione vincente", ha dichiarato la dirigente scolastica Giovanna Palmulli, citando l'invito di Papa Francesco ad educare la gente ad una forma di cittadinanza ecologica.

Il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, ha ribadito l'impegno della sua amministrazione contro l'illegalità.