"Siamo in mezzo al mare, salvateci", migranti a Leuca chiedono aiuto

SANTA MARIA DI LEUCA di redazione AntennaSud

 

 

"Siamo in mezzo al mare, venite a salvarci". Una telefonata per chiedere aiuto alla centrale operativa della Guardia costiera. Una quarantina di migranti, provenienti probabilmente dalla Siria, che cercava di guadagnare terra a bordo di una barca a vela ha chiesto aiuto per un guasto tecnico. Tra loro due donne in gravidanza e sette bambini. 

Riprendono gli sbarchi di migranti verso il Salento. Due motovedette, partite da Gallipoli e Santa Maria di Leuca, hanno raggiunto l'imbarcazione su cui i migranti erano ammassati a circa 11 miglia a est del Capo di Leuca. Il natante è stato rimorchiato da uno dei mezzi militari, che lo ha condotto verso il porto di Leuca sotto la vigilanza dell'altra motovedetta. Lì gli stranieri sono stati presi in consegna dal pool antimmigrazione. Chi è in buone condizioni di salute è stato trasferito nel centro di primissima accoglienza Don Tonino Bello di Otranto per le procedure di identificazione e gli interrogatori. Tra i migranti a bordo ci sarebbero anche gli scafisti, che non hanno avuto la possibilità di abbandonare il mezzo.