A Foggia si ridisegna l'agricoltura pugliese fra innovazione, nuove tecnologie e investimenti

FOGGIA di Redazione AntennaSud 

 

Il Piano per lo Sviluppo Rurale della Regione Puglia è stato il protagonista della 67^ Fiera internazionale dell’Agricoltura e della Zootecnia, che si è conclusa nei giorni scorsi alla Fiera di Foggia.  “La nostra terra, la nostra vita, il nostro futuro”, questo il titolo dell’evento conclusivo organizzato presso la Camera di Commercio dauna dall’Assessorato regionale alle Politiche agricole e dall'Autorità di Gestione del PSR Puglia. 

Uno strumento che consentirà una crescita integrata del territorio e, soprattutto, sostenibile per l’ambiente, per l’economia regionale e per l’inclusione sociale. Lo ha sottolineato ll’Assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia nell’ultimo appuntamento dedicato al Piano di Sviluppo Rurale  al quale ha preso parte, il vice ministro del Mipaaf, Andrea Olivero, e il direttore di Dipartimento regionale, Gianluca Nardone.  Ruolo centrale del Piano di Sviluppo Rurale quello affidato ai giovani. Al riguardo la Regione Puglia ha sottoscritto insieme al presidente regionale dell’ Abi, Sabatino Maurice un accordo per agevolare gli investimenti. Obiettivo dell’accordo, nell’ambito del nuovo Psr, sostenere e facilitare l’accesso al credito delle imprese del settore agricolo, in particolare quelle dei giovani agricoltori. Il PSR è stato il tema centrale del fitto calendario di eventi, convegni e seminari  organizzati dalla Regione sul mondo dell’agroalimentare, che per la prima volta hanno arricchito la Fiera tradizionalmente dedicata ai macchinari e alle attrezzature agricole. Ad accogliere i visitatori che hanno affollato il quartiere fieristico di Foggia, il padiglione curato dall’Assessorato  regionale alle Risorse agroalimentari: un open space che ha visto la presenza delle associazioni di rappresentanza dei produttori del vino e dell’olio e delle organizzazioni di categoria agricole, insieme al Corpo Forestale dello Stato, Arif, Parco del Gargano, Università di Foggia, Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata, e alla Masserie Didattiche cdi Puglia che hanno permesso, soprattutto ai più piccoli, di vivere la ruralità attraverso divertenti laboratori didattici.