Lecce: 32enne in manette, in garage aveva droga, armi e reperti archeologici

LECCE di redazione AntennaSud

 

 

Dalla droga alle armi, fino ai reperti archeologici. Aveva un po' di tutto in quel garage sottoposto a perquisizioni da parte dei poliziotti il 32enne di Manduria, Giuseppe Orfeo, arrestato in flagranza di reato.

 

Armi, eroina, ma anche reperti archeologici. Aveva un po' di tutto in quel garage sottoposto a perquisizioni da parte dei poliziotti il 32enne di Manduria, ma residente a Lecce, Giuseppe Orfeo. Dopo vari appostamenti il blitz de i poliziotti che hanno arrestato in flagranza di reato l'uomo che era in compagnia della moglia mentre apriva la saracinesca del box. Dopo una perquisizione nel locale sono stati trovati numerosi reperti archeologici (tre “lucerne” di epoca romana, un “aryballos” corinzio, cinque “lucerne miniaturistiche”, tre frammenti di grossi contenitori ad impasto, una placchetta a rilievo raffigurante una maschera tribale e una coppetta a due anse di epoca romana), oltre ad uno scooter risultato rubato a Lecce nel 2013, oggetti tutti frutto di ricettazione. Nel garage Orfeo, da cui il nome dell'operazione, custodiva anche un fucile cal.12 a canna mozza con matricola abrasa, due canne mozzate di doppietta cal.16, un calciolo di fucile in legno, una pistola a tamburo e numerose munizioni di vario calibro. Oltre alle armi trovato anche un ordigno esplosivo con miccia. Ma non è tutto. Durante la perquisizione è stato trovato anche un notevole quantitativo di eroina suddiviso in varie confezioni per un peso complessivo di oltre 2 kg e 820 grammi di sostanza da taglio, oltre a tutto il necessario per il confezionamento in dosi. Al termine degli accertamenti, l'uomo è stato arrestato dagli agenti di polizia in flagranza dei delitti di ricettazione, di detenzione di arma clandestina ed esplosivo nonché di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.