La duchessa Bona Sforza ha due Testimoni

BARI di Redazione AntennaSud 

 

I "Testimoni", imponenti opere in tufo del pittore e scultore Mimmo Paladino, saranno in mostra da domani al 30 settembre al Bastione di Santa Scolastica. L'esposizione, promossa dalla Città metropolitana di Bari, è stata curata da Clara Gelao ed Enzo Di Martino.

Per cinque mesi faranno da "guardia" alla duchessa Bona Sforza, regina di Polonia e duchessa di Bari, che fece costruire il Bastione di Santa Scolastica a Bari, sede del museo archeologico della Città metropolitana. Sono i "Testimoni", imponenti opere in tufo del pittore e scultore Mimmo Paladino. Da domani al 30 settembre saranno esposte nella mostra "Le sentinelle della duchessa. I Testimoni", che sarà inaugurata domani alle 17.30. L'esposizione, promossa dalla Città metropolitana di Bari, è stata curata da Clara Gelao, direttrice della pinacoteca Giaquinto insieme al critico d'arte Enzo Di Martino.

"E' come se l'antico acquistasse nuova forza e vitalità dal contemporaneo, e quest'ultimo, a sua volta, mettesse a nudo le sedimentazioni culturali che l'hanno nutrito, con un indiscutibile beneficio reciproco", ha dichiarato Gelao nella conferenza stampa di presentazione della mostra.

"Passato e presente, opere antiche e moderne, oggi si fondono in una mostra a cavallo della storia", ha aggiunto il sindaco metropolitano Antonio Decaro, il quale ha anche annunciato la riapertura al pubblico dei contenitori culturali più prestigiosi di Bari: il teatro Margherita e l'ex Mercato del pesce che ospiteranno l'arte contemporanea, il Museo archeologico della Città metropolitana attualmente in fase di riqualificazione, e il castello Normanno Svevo che si trasformerà a breve in un polo museale, ospitando nelle sale restaurate una gipsoteca ed anche una parte della collezione della pinacoteca metropolitana.