Turismo da record in Puglia nei primi tre mesi del 2016

BARI di Redazione AntennaSud 

 

Il turismo in Puglia è uno dei settori portanti dell'economia regionale e sembra che cominci a fare passi da gigante. I dati si riferiscono ai primi tre mesi dell'anno e registrano una crescita sia sul fronte degli arrivi che dei pernottamenti. 

 

Le premesse ci sono tutte perchè il 2016 sia per la Regione Puglia l'anno del boom turistico. ne è convinto anche l'assessore regionale Loredana Capone che ostenta con soddisfazione i dati dei primi tre mesi: gli arrivi sono cresciuti del 9,2 per cento e i pernottamenti del 18,5. Un segno positivo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente in un periodo solitamente di magra a parte le vacanze di Natale. Un dato incoraggiante rispetto al 2015 è datoinoltre dal considerevole aumento delle presenze di stranieri. Una situazione che si inserisce nel quadro complessivo della forte ripresa del turismo a livello nazionale. Ieri l'assessore Piemontese ha incontrato le organizzazioni che rappresentano i gestori dei lidi. Sul tavolo l'ordinanza balneare legata all'apertura tutto l'anno delle strutture ricettive, al di fuori del periodo canonico che va dal primo aprile al 30 settembre a condizione però che gli esercenti garantiscano la presenza in spiaggia di un bagnino. Per quanto concerne la balneabilità delle acque, i controlli dovranno essere garantiti tutto l'anno. Un'altra novità riguarda i fumatori. Vietato fumare sulle spiagge e gettare o nascondere mozziconi sotto la sabbia. I trasgressori saranno sanzionati secondo le norme entrate in vigore a febbraio scorso nelle città. Nell'ordinanza infine un richiamo all'uso dei defibrillatori che dal 2017 saranno obbligatori negli stabilimenti balneari con annesso personale in grado di utilizzare le apparecchiature.