Ragazzi in treno con la Polfer per "Train to be cool"

BARI di Redazione AntennaSud

 

La Polizia Ferroviaria ha incontrato ieri alla stazione di Bari i ragazzi dell'istituto Euclide di Bari. Un viaggio in treno, insieme, per il progetto “Train to be cool” sulla sicurezza in ambito ferroviario.

Da Bari a Lecce per spiegare ai ragazzi il progetto

“Train to be cool”, ideato dal Servizio di Polizia Ferroviaria del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, in sinergia con il Miur.

Per viaggiare in sicurezza, no all'uso delle cuffiette e all'attraversamento dei binari a passaggio a livello chiuso: queste le due raccomandazioni principali rivolte ai ragazzii dal dirigente della Polfer Puglia, Giancarlo Conticchio.

"Train to be cool" prevede momenti d’incontro e dialogo fra i docenti e ragazzi delle scuole medie e superiori e Polizia Ferroviaria. Ieri i ragazzi dell'istituto superiore Euclide di Bari hanno viaggiato proprio a bordo treno, in un contesto nuovo d'incontro fra scolaresche e Polizia Ferroviaria.

Lo spunto parte dall’organizzazione di viaggi culturali promossi dal dopolavoro ferroviario con la collaborazione di RFI, che coinvolgono le scuole, per inserire anche una lezione di sicurezza ferroviaria ed educazione alla legalità “live”, dal vivo.

I ragazzi hanno dialogato con il dirigente Conticchio e con funzionari e agenti della scorta del treno regionale Foggia-Lecce.

Si è parlato del rispetto della linea gialla di sicurezza per evitare incidenti, di attraversamenti indebiti o stazionamento sui binari per stupide sfide, di comportamenti che costituiscono reati gravi come la posa di massi sui binari o il lancio di sassi contro i treni, e di altre violazioni come l’azionamento indebito del freno o imbrattamenti e grafitaggio.

L’anno scorso, con il Progetto “Train to be cool”, sviluppato in Puglia, Basilicata e Molise, sono stati raggiunti 5mila studenti.