Futuro della scuola, congresso Gilda a Bari

BARI di Redazione AntennaSud

 

Sono le competenze la nuova moda della scuola di oggi? Su questo, e sui cambiamenti della scuola in generale, s'interrogano oggi a Bari gli insegnanti, nel congresso della Gilda provinciale. Tra i relatori il professor Vittoriano Caporale.

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e... competenze(?)". È il titolo provocatorio, di dantesca memoria, del congresso provinciale organizzato oggi a Bari dalla Gilda degli Insegnanti. Una giornata di confronto per condividere un'analisi critica sulle recenti disposizioni normative (Buona Scuola su tutte), ripercorrendo l'ultimo ventennio di cambiamenti nella scuola. Il fine è individuare tutto ciò che è in rapporto di causa o di effetto con l'attuale condizione della professione docente.

In mattinata si è tenuto l'intervento di Vittoriano Caporale, professore ordinario di storia della pedagogia e presidente dei corsi di laurea in Scienze dell'educazione e in Scienze della formazione primaria all'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari.

Ad inizio 900 si affermò la moda dell'attivismo, nel secondo dopoguerra la moda della democratizzazione della scuola e dell'autogoverno, negli anni successivi la moda delle tecniche del Frenet. Oggi, la nuova moda sono le competenze? "La scuola non può essere un'impresa produttiva", sostiene il professor Caporale.