Domani all'Orfeo di Taranto il "Don Pasquale" dell'ico Magna Grecia

TARANTO di Redazione AntennaSud

 

Andrà in scena domani sera al Teatro Orfeo di Taranto il "Don Pasquale" di Donizetti messo in scena dall'ico Magna Grecia. La nostalgia è il filo conduttore della regia di Gianmaria Aliverta.

Il regista Gianmaria Aliverta non ha dubbi: "la chiave interpretativa del protagonista Don Pasquale è la nostalgia!». Con le sue arie e i recitativi, Gaetano Donizetti disegna infatti un personaggio nostalgico che vive nel ricordo di quella giovinezza che, ormai settantenne, s'illude di poter far tornare sposando una giovane.

Sulla nostalgia si basa quest'allestimento in forma scenica del “Don Pasquale”, grande classico del repertorio operistico italiano che l’ico Magna Grecia presenta nel cartellone della 24esima stagione Eventi Musicali. La rappresentazione si terrà domani alle 21 al Teatro Orfeo di Taranto.

È un “Don Pasquale” attualizzato con garbo dal regista Gianmaria Aliverta. Scene essenziali ed evocative, per le varie ambientazioni dei tre atti in cui si sviluppa quest'esilarante opera buffa, che alterna situazioni paradossali in cui il protagonista viene messo alla berlina, fino al tradizionale “colpo di scena” finale.

L’opera sarà diretta da Damiano Binetti. Originario di Molfetta, diplomato col massimo dei voti al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari, vanta collaborazioni con prestigiosi teatri come il Monumentàl di Madrid, il Regio di Parma, l’Auditorium Rai di Roma e di Torino, il Piccolo di Milano e la Polish Opera di Cracovia.

Nel “Don Pasquale” la sua prestigiosa bacchetta dirigerà l’Orchestra Magna Grecia, il coro diretto da Carmen Fornaro, e un eccezionale cast di voci: il basso baritono Salvatore Salvaggio (Don Pasquale), il baritono Alex Martini (Dottor Malatesta), il tenore turco Merto Sungu e il soprano Valentina Bilancione, il basso baritono Alberto Comes.