Amministratori di condominio in congresso a Bari

BARI di Redazione AntennaSud

 

Amministratori di condominio di tutta Italia a raccolta, al congresso nazionale delle associazioni e degli operatori di settore che si è tenuto sabato a Bari.

La professione di amministratore di condominio, sebbene relativamente giovane, si trova a dover affrontare un cambiamento radicale per adeguarsi ad un mercato che si sta aprendo a nuovi scenari, e che comporta alcuni rischi. Uno di questi è quello di soccombere all'egemonia economica dei grandi gruppi, anche stranieri, con elevate capacità gestionali e manageriali, che guardano con interesse al mercato italiano, dove al momento il condominio rappresenta la più diffusa formula abitativa.

Un altro rischio, per gli amministratori di condominio, è quello dell’egemonia culturale di altre categorie professionali.

Di qui, l’esigenza di elevarsi a rango di “professione”, in maniera seria e definitiva, soprattutto attraverso la formazione e l’aggiornamento continuo.

Ecco perché le associazioni e gli operatori del settore si sono confrontati in un congresso nazionale trasversale, unico nel suo genere, sabato a Bari. Ad organizzarlo, con il patrocinio di Confassociazioni e Confipi, è stato Francesco Schena, che dal 2015 dirige la divisione Ammiform del gruppo Lm Franchising. All’attivo oltre 500 ore d'intervento a convegni e seminari, oltre 2.500 ore di docenza e più di 50 lavori tra protocolli, guide, manuali e pubblicazioni.

Il congresso ha catalizzato l'attenzione dei professionisti su sei principali tematiche: management, rete, innovazione tecnologica, formazione, etica e crescita.

Oltre una trentina le sigle coinvolte, per una pluralità di visioni che, se messe a confronto in maniera intelligente, possono garantire il miglioramento generale dell’intera categoria.