Piani urbanistici, il Cor chiede a Emiliano proroga di un anno per adeguamento

BARI di Redazione AntennaSud 

 

I Conservatori e Riformisti della Regione Puglia chiedono al presidente della Giunta, Michele Emiliano, di prorogare di un anno i termini per l'adeguamento dei Piani urbanistici generali e territoriali alle previsioni del Piano territoriale paesaggistico regionale.  

 

A Motivare la richiesta rivolta al presidente della Regione Emiliano il capogruppo dei Conservatori e Riformisti della Regione, Ignazio Zullo e i consiglieri Perrini e Ventola. Sulla vicenda si è espresso il Consiglio Regionale approvando il 15 marzo a maggioranza, con la sola astensione del consigliere di Noi a  Sinistra, Guglielmo Minervini e il voto contrario del Movimento 5 Stelle, una mozione rivolta al Presidente, dallo stesso Zullo; proposta che assorbì l'interrogazione scritta da Filippo Caracciolo del Partito democratico sullo stesso argomento. L'Assemblea chiese così che i termini di scadenza per l'adeguamento dei piani fossero prorogati di un anno, al 23 marzo 2017, motivando la richiesta con al considerazione che salvo rare eccezioni, nessun Comune e nessuna Provincia avesse ancora provveduto all'adeguamento, così che ogni intervento di manutenzione e realizzazione edilizia e di utilizzo dell territorio andrebbe assoggettato a parere paesaggistico. "Si rischia in questo modo la paralisi". Il Cor chiede che Emiliano attui l'indirizzo del Consiglio sulla proroga perchè - ha spiegato Zullo - la Puglia è ferma dal punto di vista dell'edilizia. Sempre i riformisti e conservatori - si chiedono perchè Emiliano non dia seguito auspicando che si scrolli di dosso questo suomodo di fare di tipo dittatoriale perchè è il consiglior egionale ad essere sovrano.