Cgil, Cisl e Uil verso un nuovo modello di relazioni industriali tra innovazione e mercato del lavoro

I sindacati CGIL, CISL e UIL riuniti a Bari per discutere di  un nuovo e moderno sistema di relazioni industriali tra sindacati e organizzazioni datoriali alla luce dei grandi cambiamenti all’interno del mercato del lavoro nel segno dell’innovazione e della qualità del lavoro . 

 

Un nuovo progetto di relazioni industriali per l’intero mondo del lavoro e dell’impresa,  oggi sempre più richiesto, deve essere in grado di affermare il ruolo delle parti sociali come elemento di tutela e miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, oltre che favorire la crescita economica e sociale del Paese. Può consentire inoltre di fare del lavoro e dell’impresa, le leve sulle quali agire per un cambiamento profondo del Paese. Un nuovo sistema di relazioni industriali deve avere natura inclusiva, per meglio esprimere la capacità delle parti sociali di rappresentanza del lavoro e dell’impresa, trasformata nel corso di questi anni nel mondo degli appalti, delle collaborazioni e nelle forme flessibili estreme, ma anche con l’emergere di nuove realtà professionali e di settore, che impongono una evoluzione delle attività sindacali. Con questa iniziativa CGIL, CISL, UIL di Bari intendono iniziare un percorso insieme alle associazioni datoriali capace di invertire la tendenza sul nostro territorio. Dar vita ad un nuovo modello di relazioni industriali capace di dare una speranza soprattutto ai giovani e ai tanti disoccupati di questo Paese e soprattutto del nostro territorio.