Taglio del nastro a Vinitaly, la kermesse compie 50 anni

VERONA  di Redazione AntennaSud 

 

Taglio del nastro ieri a Vinitaly 2016, il Salone internazionale del vino e dei distillati, inaugurato alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella intervenuto nell’Auditorium Verdi di Veronafiere per il 50° anniversario della importante kermesse veronese, in programma fino a mercoledì 13 aprile con 4.100 espositori italiani ed esteri e buyer provenienti da più di 140 nazioni. 

Cinquant’anni ma non li  dimostra. A Verona il tradizionale appuntamento con la manifestazione enologica che mette al centro il meglio della produzione vinicola italiana. Dopo il taglio del nastro il Premio “Benemeriti della Vitivinicoltura italiana”, il prestigioso riconoscimento assegnato seguendo le indicazioni degli Assessorati regionali all’agricoltura che segnalano ogni anno coloro che, con la propria attività, contribuiscono al progresso qualitativo della produzione viticola ed enologica della propria regione. Per il 2016, per la Puglia, premio all’azienda della provincia di Foggia Gianfelice d’Alfonso del Sordo. Grande affluenza di pubblico nei padiglioni di Veneto, Emilia Romagna e Lazio. La Puglia ripropone la stessa immagine dello scorso anno nel consueto padiglione undici condiviso con la Basilicata con un programma istituzionale ridimensionato rispetto alle precedenti edizioni. Significativo, invece, l'impegno delle aziende pugliesi che con le associazioni del territorio  promuovono un comparto che negli ultimi anni è stato il fiore all'occhiello della Puglia enogastronomica. Tra le iniziative che hanno caratterizzato la prima giornata a Vinitaly,  “Vigneto Puglia”, la rassegna di incontri tematici organizzata dalla Fondazione Italiana Sommelier, con degustazioni tecniche dei vini più rappresentativi di ciascun territorio, condotte dai relatori di Bibenda e presentate da Fede e Tinto, conduttori della famosa trasmissione radiofonica di Rai Radio 2 Decanter.