Dalla Regione Puglia 4,2 milioni per il recupero di beni culturali

LECCE di Redazione AntennaSud

 

La Regione Puglia ha destinato oltre 4 milioni e 200mila euro per il recupero e la valorizzazione di alcuni beni in sei comuni della Puglia: Lecce, Casarano, Rignano Garganico, Putignano, Torre Santa Susanna e Ascoli Satriano.

Sei beni culturali di pregio saranno restaurati grazie alla Regione Puglia, con un riutilizzo innovativo per diverse attività culturali, in sei comuni: Lecce, Casarano, Rignano Garganico, Putignano, Torre Santa Susanna e Ascoli Satriano. Grazie ad una riprogrammazione di risorse nell’ambito dell’accordo quadro “Beni ed attività culturali” del novembre 2013, i sei comuni pugliesi, individuati con lo scorrimento degli elenchi del bando “Beni architettonici ed artistici”, riceveranno un finanziamento di oltre 4 milioni e 200mila euro per il recupero e la valorizzazione di alcuni beni e per il miglioramento della loro fruizione. Oltre due milioni e 100mila euro andranno invece al Teatro Pubblico Pugliese come ente attuatore del progetto per il “Consolidamento dello sviluppo della filiera dello spettacolo dal vivo anche attraverso azioni di valorizzazione dei beni culturali e ambientali”.
"Non è più immaginabile di restaurare le nostre bellezze e poi lasciale chiuse a deperire nuovamente senza un progetto di utilizzo per la comunità e per i turisti", commenta l’assessore all’industria turistica e culturale, Loredana Capone.
I progetti di recupero riguardano a Lecce per un milione di euro, destinati al complesso conventuale chiesa ed ex conservatorio di Sant’Anna. Ad Ascoli Satriano è previsto un intervento di 950mila euro per il recupero dell’antico Ospitium Peregrinorum. A Torre Santa Susanna sono previsti lavori di restauro, rifacimento di impianti e forniture finalizzati all’allestimento del Museo diffuso dell’olio con il recupero del palazzo municipale e del sottostante ipogeo (800mila euro). A Casarano l’intervento (644 mila euro) riguarda palazzo De Judicibus e prevede lavori di recupero e valorizzazione per l’adeguamento a centro di informazione e accoglienza turistica. A Putignano è previsto il completamento della Biblioteca comunale De Miccolis nell’ex convento delle carmelitane (492 mila euro). A Rignano Garganico, per la valorizzazione del Museo che contiene i reperti di grotta Paglicci, il progetto prevede l’allestimento complessivo di un’esposizione museale che racconterà la preistoria del Gargano.