Trovato cadavere nelle campagne di San Giovanni Rotondo, è il muratore di Manfredonia

FOGGIA di Redazione AntennaSud 

 

Il cadavere di un muratore di 46 annidi Manfredonia è stato trovato ieri sera nelle campagne di San Giovanni Rotondo, in località Miscillo. L'uomo è stato ucciso con una fucilata. Si tratta di Nicola Di Tullio, separato e padre di due figli, scomparso il 2 aprile scorso dopo aver ricevuto una telefonata. Sentiamo i particolari. 

Nicola Di Tullio, un muratore 46enne di Manfredonia, da quando è uscito dall'abitazione nella quale viveva, non ha più dato notizia di sè e non ha più risposto al cellulare. Ieri mattina il padre ha presentato denuncia al commissariato di polizia. L'uomo ritrovato ieri sera in un casolare nelle campagne di San Giovanni Rotondo, sarebbe stato ucciso con un colpo di fucile al petto, dopo essere stato picchiato e colpito alla testa con un oggetto. Questo il risultato dell'ispezione cadaverica fatta dal medico legale sul corpo della vittima trovato ieri sera dai carabinieri in un casolare di campagna che si trova lungo la provinciale 58 che collega Manfredonia a San Giovanni Rotondo. Le indagini del caso sono coordinate dalla Procura di Foggia. A quanto accertato la vittima aveva un appuntamento con un amico nei pressi del commissariato dove però non si è mai presentato. Pochi minuti prima dell'incontro di De Tullio lo ha chiamato per telefono due volte chiedendogli di chiamare un'ambulanza e i carabinieri, ma da quel momento il suo cellulare è risultato irragiungibile. Gli agenti stanno sentendo diverse persone, tra amici e parenti della vittima che aveva un precedente penale per stalking nei confronti della ex moglie. Riguardo al movente gli investigatori valutano anche quello legato a problemi familiari o a un debito di denaro.