Vacanze di Pasqua, italiani in viaggio ma con apprensione

ROMA di Redazione AntennaSud

 

Gli attentati di Bruxelles hanno sorpreso molti già con le valigie pronte e biglietti in mano. E anche se lo stato di allerta è alto cè chi ha deciso di partire lo stesso. 

 

Un affresco dell'Italia del turismo nel lungo week end che ci aspetta vissuto con qualche preoccupazione. Quasi dieci milioni gli italiani che si accingono ad andare in vacanza, ma quasi tutti resteranno all'interno dei confini nazionali, soprattutto tra mare e città d'arte. Le capitali europee sono la meta preferita di quei pochi che hanno deciso di andare all'estero. C'è preoccupazione ma non si registrano grandi stravolgimenti o cambi di prenotazioni. L'Italia è comunque percepito come un Paese sicuro e dunque l'estate prossima sarà meta gettonatissima così come tutta l'Europa. A far suonare l'allarme ci pensa il Codacons su Roma, meta prediletta per le vacanze pasquali, ancor più centrale nell'anno del Giubileo. La Capitale, dopo Parigi e Bruxelles è la città europea che più risente della paura per gli attentati. In questo caso si registrano disdette, ma gli attentati provocano sempre delle ripercussioni. Il terrorismo vuole esattamente far cambiare il modo di vivere - ha spiegato il ministro Dario Franceschini - vuol far prevalere la paura. I governi devono garantire il più possibile la sicurezza e tutte le misure di prevenzione e repressione. Ma le società cuivili devono reagire dimostrando di non cambiare il proprio modello di vita che è esattamente quello che vogliono i terroristi. E allora tutti in viaggio. L'arrivo precoce di questa Pasqua favorisce la montagna, e rispetto alle tradizionali città d'arte italiane anche i centri più piccoli registrano il tutto esaurito a cominciare da Matera, ma anche Mantova e Spoleto. Regina del mare si conferma la Liguria, a Venenzia tasso di occupazione delle camere sotto l'80 per cento. Per quanto riguarda il traffico sulla rete stradale particolarmente intenso a partire da questo pomeriggio e nella mattinata di martedì per i rientri. Lunedì di Pasquetta il solito traffico locale  nei percorsi di breve percorrenza. Sto alla circolazione dei mezzi pesanti in determinate fasce orarie fino alle 22 di lunedì.  

Scrivi commento

Commenti: 0