Coldiretti all'Ue da Bari: "Giù le mani dal piatto"

BARI di redazione AntennaSud

 

 

No alle "mani dell’Europa nel piatto", è lo slogan che ha guidato la massiccia protesta degli agricoltori, scesi in piazza a Bari contro il disegno di legge dell’Ue che secondo le associazioni di categoria minaccia la qualità dei prodotti agricoli ma anche la sopravvivenza delle aziende, soprattutto a Sud. 

No alle "mani dell’Europa nel piatto", è lo slogan che ha guidato la massiccia protesta degli agricoltori, scesi in piazza a Bari contro il disegno di legge dell’Ue che secondo le associazioni di categoria minaccia la qualità dei prodotti agricoli ma anche la sopravvivenza delle aziende, soprattutto a Sud. Hanno sfilato in migliaia gli agricoltori che hanno aderito alla iniziativa di Coldiretti, armati di striscioni anti europa a causa del disegno di legge europeo che punta a modificare l'articolo 7 della legge numero 9, che dal 2013 disciplina l’etichettatura. La Coldiretti denuncia "il tentativo di eliminare la data di scadenza dell'olio di oliva mettendo a rischio la qualità", che secondo gli esperti per mantenere integre le proprie caratteristiche (polifenoli, antiossidanti, vitamine) non può superare una shelf life di 18 mesi. L’associazione degli agricoltori chiede innanzitutto che sia mantenuto il termine minimo di conservazione, ma auspica anche "l'introduzione dell'obbligo dell'indicazione in etichetta dell'annata della raccolta".