Latitanza finita per il fratello di Savinuccio

BARI di Redazione AntennaSud

 

Giuseppe Parisi, 52 anni, fratello del boss Savinuccio, si è consegnato ieri in carcere dopo sei giorni di latitanza. Sarebbe stato lui a reggere il clan del quartiere Japigia di Bari, mentre il boss era detenuto.

Si è costituito ieri nel carcere di Bari Giuseppe Parisi, 52 anni, detto Mamès, fratello del boss Savinuccio. Sarebbe stato lui a reggere il clan mentre Savinuccio era detenuto.
Giuseppe Parisi, assieme al fratello e ad altre 29 persone, è destinatario dell'ordinanza di custodia cautelare eseguita settimana scorsa dalla polizia, che ha smantellato il clan mafioso del quartiere Japigia, il più potente di Bari. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione aggravata dal metodo mafioso, detenzione e porto di armi, lesioni personali, illecita concorrenza, favoreggiamento e minaccia. Secondo le accuse della Dda, il clan Parisi controllava i cantieri edili di tutto il rione a sud di Bari.
Il 17 marzo si era consegnato anche Tommy Parisi, figlio di Savinuccio, dopo due giorni di latitanza. Il 33enne, cantante neomelodico, era ricercato dal 15 marzo. Resta ancora latitante il cognato del boss, Battista Lovreglio, anch'egli uomo di fiducia di Savinuccio.