Tentata rapina in gioielleria a Matera, in manette 5 cerignolani

FOGGIA di Redazione AntennaSud

 

Tutti di Cerignola i cinque banditi arrestati quattro mesi dopo la tentata rapina ad una gioelleria di Matera. Il titolare li mise in fuga nonostante fosse stato colpito con il calcio della pistola.

Cinque pregiudicati di Cerignola, nel foggiano, sono stati arrestati dalla polizia. Sono accusati di aver aggredito un gioielliere di Matera a novembre scorso. L'uomo reagì e i banditi fuggirono a mani vuote. I cinque (due in carcere, tre ai domiciliari) sono accusati di rapina pluriaggravata, detenzione e porto illegale di armi e lesioni personali.
Durante le indagini delle squadre mobili delle questure di Matera e Foggia e della polizia stradale di Bari sonon stati raccolti elementi anche per altre rapine avvenute in Puglia nei mesi scorsi.
Tagliando o facendo crescere barba e baffi, i cinque banditi avevano tentato di modificare la propria immagine, in modo da disorientare gli investigatori dopo ogni "colpo" messo a segno in Puglia.
La rapina contro il gioielliere di Matera fu tentata la mattina del 10 novembre 2015. Il commerciante reagì nonostante le percosse e i colpi ricevuti con il calcio di una pistola e i cinque - per la prima volta "in trasferta" in Basilicata - si allontanarono.