Droga, lezione di "mafiosità" dà il via alle indagini dei Carabinieri, 10 arresti

BARI di redazione AntennaSud

 

Operazione antidroga dei carabinieri che durante le indagini hanno addirittura assistito, attraverso le intercettazioni, a una lezione di “mafiosità” tra padre affiliato e figlio 16enne aspirante criminale.

In tutto sono stati una decina gli arresti eseguiti oggi e tra i nomi dei destinatari dell’ordinanza ci sarebbe anche quello di una persona contigua al clan Capriati di Bari.

Una vera e propria lezione di vita criminale. Un padre che insegna ad un figlio di 16 anni a diventare mafioso.  la lezione di mafiosità è stata intercettata dai carabinieri di Bari ed è da qui che sono partiti per ricostruire gli assetti mafiosi della criminalità locale. La circostanza emerge dalle indagini svolte dai carabinieri della Compagnia di Trani che in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Bari, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, hanno portato in carcere una decina di persone, appartenenti ad una organizzazione criminale che spacciava droga nel Nord barese. 

Trani, Bisceglie, Corato e Terlizzi i comuni interessati dalla vendita, capillare di cocaina, hashish, marijuana ed eroina. Tra i componenti del gruppo malavitoso, anche un uomo vicino al clan Capriati di Bari vecchia. E proprio dalle intercettazioni ambientali, registrate dalle microspie dei carabinieri in auto, si ascolta l’insegnamento del padre a suo figlio, al quale fornisce una accurata distinzione fra i vari gradi di affiliazione, da quello di 'camorra' alla 'picciotteria', allo 'sgarro'.

Tra le accuse mosse agli arrestati c’è l’associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, aggravata dal numero delle persone, e la disponibilità di armi: una pistola e 50 cartucce.