Tennistico 6-2 del Bari alla Pro Vercelli

BARI di Redazione AntennaSud

 

Un Bari spumeggiante affossa la Pro Vercelli ma non rientra in zona playoff. Finisce 6-2 per i galletti, tra l'entusiasmo ritrovato dei tifosi , dopo le ultime altalentanti prestazioni.

Vittoria tennistica per il Bari contro la Pro Vercelli. Il 6-2 finale di sabato rasserena gli animi dei tifosi dopo gli ultimi altalenanti risultati e le voci insistenti di possibili avvicendamenti societari.
Si rivede Romizi dal primo minuto davanti alla difesa, al posto del febbricitante Valiani, mentre in attacco torna Maniero dopo l’infortunio al ginocchio, supportato da Rosina e Sansone. In difesa confermata la coppia centrale Tonucci-Rada con Gemiti e Donkor a presidiare le fasce.
Partono con il freno a mano tirato i ragazzi di mister Camplone, che subiscono gli attacchi della Pro Vercelli. Prima Malonga dalla distanza prova a sorprendere Micai e poi Beretta sfrutta un errato controllo di Rada e s'invola verso l’area ma il suo destro incrociato si stampa sul palo opposto. Grande paura e fischi da parte dei tifosi sugli spalti. I biancorossi reagiscono e alla prima sortita offensiva vanno in vantaggio con Defendi, abile a sfruttare un cross di Rosina e la sponda di testa di Dezi per insaccare indisturbato il temporaneo 1-0. La Pro Vercelli reagisce prima su punizione di Mammarella che termina a lato e poi con un grande destro dalla distanza di Emmanuello, di poco alto sulla traversa. Il Bari si rifà pericoloso con Maniero servito in area da Dezi ma la conclusione aerea finisce di un soffio al lato. Risponde la Pro ancora una volta con Emmanuello che gira al volo in area di rigore ma è strepitosa la risposta in uscita di Micai che salva il risultato. Dal 38’ al 39’ il Bari confeziona il raddoppio. In pochi secondi la squadra di Camplone va prima vicina al gol con Defendi, che scheggia la traversa con una botta dalla distanza, quindi Maniero centra il bersaglio, in spaccata, su assist dalla destra di Sansone per il suo decimo sigillo stagionale.
Nella ripresa le emozioni aumentano ancora. Micai salva due volte su Emmanuello e Malonga, ma al 9’ una pregevole punizione di Sansone finisce dove Pigliacelli non può arrivare.
Il match sembra chiuso ma la Pro Vercelli reagisce: al 12’ Emmanuello accorcia, dopo triangolo con Malonga. Al 24’ Beretta si procura e trasforma il rigore della speranza per la squadra di Foscarini. Il Bari trema, la Pro ci crede. Ma al 34’ Rosina inventa dal limite una prodezza balistica e regala ai compagni di squadra un finale tranquillo. Al 42’ è lo stesso Rosina a firmare la cinquina, su assist di Boateng, quindi al 90’ sempre Rosina detta a Dezi la via per il sesto sigillo.
Finisce 6-2 per il Bari e i tifosi non possono fare altro che ringraziare e applaudire Camplone e i suoi ragazzi con l’auspicio di poter rivedere i biancorossi esprimersi sempre a questi livelli e non ripetere le figuracce rimediate nelle ultime trasferte.