Fusti radioattivi a Statte, in campo l'Esercito per la rimozione

TARANTO di Redazione AntennaSud 

 

Esercito in campo per le operazioni di rimozione di bidoni radoattivi dal sito Cemerad di Statte. La commissione bicamerale d'inchiesta sul fenomeno delle ecomafie si è recata ieri pomeriggio nel comune jonico, facendo poi tappa alla discarica di fanghi industriali di Micorosa che sorge a sud dello stabilimento petrolchimico di Brindisi.  

Il giro terminerà domani 11 marzo. Quello di Micorosa, alle porte di Brindisi, è uno fra i Siti di interesse nazionale più importanti che ci sono in Puglia. La commissione d'inchiesta in Puglia da lunedì scorso sta effettuando una verifica sulle operazioni di bonifica nelle aree più critiche. Tanti siti sono stati inseriti in uno studio dell'Istituto super sanità, le connessioni con la salute della popolazione evidenzianouno stato di allerta e di preoccupazione, ma per quel che riguarda l'attività della commissione bicamerale è esclusivamente quella di capire oggi in Puglia, rispetto agli impegni presi dagli enti pubblici e privati qual è lo stato dell'arte. Forse sarà l'esercito a presidiare le operazioni di rimozione dei 3334 fusti di rifiuti radioattivi e degli oltre 13mila bidoni di rifiuti speciali stoccati nell'ex deposito Cemerad di Statte. E' quanto emerso nel corso del sopralluogo nell'area da parte della commissione insieme al sindaco del comune jonico. Quando il problema verrà risolto - ha spiegato il commissario straordinario per le bonifiche Vera Corbelli, l'area sarà convertita a verde. I bidoni saranno trasferiti entro il 27 luglio 2017 per la successiva caratterizzazione.