Usufruivano dei "permessi 104", il gup deciderà il rinvio a giudizio dei dipendenti Amtab

 

Il direttore provinciale dell'Inps e il responsabile del personale della municipalizzata barese Amtab, che gestisce il trasporto pubblico, saranno chiamati a testimoniare nel procedimento sulla presunta truffa all'Inps commessa da alcuni dipendenti Amtab che avrebbero usufruito indebitamente dei permessi 104. 

 

Nell'udienza preliminare per il rinvio a giudizio di 9 imputati, tutti dipendenti della municipalizzata, il gup del tribunale di Bari Antonio Diella ha disposto l'audizione dei due testimoni prima di prendere una decisione, rinviando il procedimento al prossimo 11 aprile. Nell'udienza preliminare inoltre, il giudice ha rigettato la richiesta di costituzione di parte civile dell'Amtab. Stando alle indagini della Procura, coordinate dalpm Francesco Bretone, i 8 lavoratori avrebbero usufruito indebitamente dei permessi da legge 104, assentandosi dal posto di lavoro senza averne diritto. In un caso un dipendente avrebbe usufruito dei permessi per assistere il padre malato, tuttavia deceduto da mesi. In altri casi è stato l'Inpsa a segnalare che i permessi 104 dii cui godevano alcuni dipendenti erano scaduti ma ancora indebitamente utilizzati. Sull'Amtab la procura ha in corso un'altra indagine per truffa ai danni dell'Ente con riferimento a presunti illeciti nell'affidamento dei lavori di manutenzione dei mezzi, per abuso d'ufficio sui contratti di proroga di alcuni appalti, dai servizi di pulizia a quelli di vigilanza, alla manutenzione dei sistemo informativi e di telecontrollo, oltre alle ipotesi di falso in bilancio e peculato contestate all'ex presidente Tobia Binetti.