Omicidio fidanzati Pordenone, Ruotolo in carcere

PORDENONE di Redazione AntennaSud

 

Clamorosa svolta nelle indagini sul duplice omicidio di Pordenone. Ieri sera i carabinieri hanno arrestato l'ex commilitone di Trifone Ragone, Giosuè Ruotolo. Ai domiciliari la fidanzata.

 

 

Da ieri sera è chiuso nel carcere di Belluno. Giosuè Ruotolo è stato prelevato dai carabinieri dalla caserma Mittica della Brigata Ariete, dove presta servizio. Secondo gli investigatori sarebbe lui l'assassino del 28enne di Adelfia Trifone Ragone e della 30enne Teresa Costanza, i fidanzati uccisi la notte del 17 marzo 2015 nel parcheggio del Palasport di Pordenone.
Caporalmaggiore dell'Esercito, originario di Somma Vesuviana in provincia di Napoli, Ruotolo ha 26 anni. E' stato commilitone del barese Trifone Ragone.
Arresti domiciliari per la fidanzata di Ruotolo, Maria Rosaria Patrone, di 24 anni, anche lei di Somma Vesuviana. E' accusata di favoreggiamento per aver aiutato il fidanzato ad eludere le indagini.
L'ordinanza di custodia cautelare, eseguita a dieci giorni dal primo anniversario della morte dei fidanzati, è stata emessa dal gip del tribunale di Pordenone Alberto Rossi, il quale ha accolto la richiesta inviata circa un mese fa dai pubblici ministeri Matteo Campagnaro e Pier Umberto Vallerin.
"L'arresto del mio assistito ci coglie completamente di sorpresa perché sono passati sei mesi dall'iscrizione nel registro degli indagati e non capiamo quali circostanze possano essere mutate rispetto ad allora per giustificare questo provvedimento", ha dichiarato il legale di Ruotolo, l'avvocato Roberto Rigoni Stern. 
"Un provvedimento da tempo atteso perché ritenevamo da sempre gravissimo il quadro indiziario a carico di Ruotolo. Siamo soddisfatti perché adesso anche un giudice terzo lo ha certificato con la custodia in carcere. Questa misura non significa ancora responsabilità, però è un primo passo importante verso l'accertamento della verità per dare giustizia a Trifone e Teresa", ha replicato Nicodemo Gentile, avvocato di Gianni Ragone, fratello del povero Trifone.