Rapporto Eurocare, per la sanità l'Italia spende meno della Grecia

BARI di Redazione AntennaSud

 

"Se hai un tumore e vuoi sopravvivere spera di non essere meridionale": è il duro messaggio della campagna di comunicazione dell’Ordine dei Medici di Bari e Napoli, che denuncia il definanziamento del sistema sanitario nazionale, emerso dall'ultimo rapporto Eurocare.

L’Italia spende circa 3mila dollari pro capite per la sanità, meno di Austria (4.593 dollari), Francia (4.121 dollari) e Germania (4.650 dollari). Nel nostro Paese la spesa sanitaria pro capite è scesa dell'1,1% dal 2009 al 2012, secondo dati del Ministero del Lavoro. In rapporto al pil, l'Italia spende per la sanità addirittura meno della Grecia.
Questi dati sono stati presentati a Bari nella sede dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Bari. Numeri contenuti nel quinto rapporto Eurocare (European Cancer Registry), progetto europeo di ricerca sulla sopravvivenza al cancro promosso dall’Istituto tumori di Milano e dall’Istituto Superiore di Sanità, che evidenzia come la sopravvivenza per tumore è più elevata nei Paesi in cui la spesa sanitaria è maggiore.
Tali evidenze hanno portato gli Ordini dei Medici di Bari e Napoli a promuovere una campagna di comunicazione rivolta all’opinione pubblica per denunciare una situazione che mette in pericolo la tutela della salute dei cittadini italiani e in particolare di coloro che abitano nelle regioni meridionali.