Figuraccia del Bari contro l'Entella

CHIAVARI di Redazione AntennaSud

 

Un Bari inconsistente perde contro l’Entella dell’ex Ciccio Caputo. L'ennesimo ko stagionale allontana i galletti dalla zona playoff.

Ancora una sconfitta e tanta delusione per il Bari che prolunga la striscia negativa fuori casa, incassando l'ennesimo ko stagionale e abbandonando la zona playoff. I galletti continuano a ripetere gli stessi errori, mostrando una fragilità che evidentemente fa parte del dna di questa squadra.
Il tecnico Camplone sceglie il centrocampo a tre, con Gentsoglou davanti alla difesa, supportato a destra da Valiani e a sinistra da Defendi. In attacco Sansone parte titolare, assieme a De Luca e Rosina con Puscas a sorpresa in panchina. Ma i veri problemi del Bari, come spesso è capitato durante questo campionato, arrivano dalla difesa. Sin dalle prime battute, infatti, i biancorossi soffrono le progressioni sulle fasce dell’Entella. Dal lato destro giungono le prime occasioni da rete da cui scaturiscono due opportunità che tuttavia l’ex capitano del Bari Ciccio Caputo non riesce a concretizzare.
Il vero lampo, l’unico del primo tempo in favore del Bari, arriva al 40′, ancora una volta grazie ad un’azione personale di Valiani che buca in progressione la difesa avversaria e serve al centro dell’area per l’accorrente Rosina, la cui conclusione di piatto viene deviata in corner dall’estremo difensore dell’Entella.
Passano appena tre minuti e risponde l’Entella con Masucci che sfonda ancora una volta sulla fascia destra e crossa al centro per Caputo che, tutto solo, colpisce malissimo di testa. L’attaccante di Altamura grazia per tre volte la sua ex squadra e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.
Il Bari torna in campo molle e senza idee come nel primo tempo e subisce la rete meritata dell’Entella al 12′. Dopo gli errori nel primo tempo, Caputo punisce i galletti con un goal capolavoro: verticalizzazione alta di Masucci per la punta altamurana che non ci pensa due volte e al volo, di piatto, supera Micai infilando sul palo più lungo. Il Bari non reagisce e i padroni di casa raddoppiano con Masucci servito in area da Di Carmine, che ha tutto il tempo di prendere la mira e battere per la seconda volta Micai.
Dezi e Romizi provano a dare più lucidità ad un Bari ormai allo sbando. Ma non cambia granché, se non fosse per qualche tentativo dettato più che altro dalla disperazione. Finisce così, una sconfitta mal digerita dai tifosi e dal tecnico Camplone, che al termine della gara è apparso deluso e non ha usato mezzi termini per definire quella che è stata una figuraccia in terra ligure. Pare che l'allenatore abbia confidato a gente a lui vicina di essere disposto anche a farsi da parte, se davvero il problema fosse la sua conduzione tecnica.
Intanto ad irrompere sulla scena, sarebbe persino il sindaco di Bari Antonio Decaro. Secondo il Corriere del Mezzogiorno il primo cittadino si sarebbe attivato per evitare che la situazione precipiti. Al suo intervento sarebbe da ricondurre la ripresa dei contatti fra i tecnici del Bari e quelli di Zheng, al fine di ridare impulso ad una trattativa finora mai realmente avviata.