Bari, l'Unione Studenti denuncia scuole e istituti senza luce e acqua

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

In alcuni istituti di Bari mancano luce e acqua, e gli alunni sono costretti ad usare i telefonini per far luce. La denuncia arriva dall'Unione degli Studenti. 

 

Senza luce in classe, solo grazie alla torcia dello smartphone hanno potuto fare lezione. E' accaduto in alcuni istituti baresi per quattro giorni, a causa di problemi nell'erogazione di luce e acqua. Lo denuncia l'Unione degli Studenti di Bari.

Nelle scuole baresi sprovviste di corrente elettrica e acqua, la normale didattica è stata ridotta per consentire ai ragazzi di tornare a casa in anticipo. Ma non si tatterebbe di un caso isolato.

Al Polivalente è successo per la seconda volta in due settimane. 

Al Salvemini gli studenti hanno avuto problemi a svolgere correttamente le giornate di cogestione programmata e, nei momenti in cui la luce è tornata, in alcune aule le attrezzature multimediali e le luci si sono tenute spente per ridurre il consumo energetico. 

All'Euclide i ragazzi hanno dovuto usare i flash dei loro cellulari, perché non funzionavano neppure le luci d'emergenza. 

Problemi anche all'Elena di Savoia e al Lenoci, ma per i termosifoni non funzionanti. 

A causare i disservizi sarebbe stato il malfunzionamento di un generatore elettrico. L'Unione degli Studenti di Bari stigmatizza l'inosservanza dell'articolo 8 dello Statuto degli studenti e delle studentesse, che dovrebbe garantire salubrità e sicurezza degli ambienti scolastici.