Carbonara, ucciso 30enne, in manette i presunti assassini

BARI di redazione AntennaSud

 

 

Arrestati i presunti responsabili dell'omicidio, avvenuto nel pomeriggio nel rione Carbonara di Bari, di Robert Gabriel Asan, il cittadino romeno di trent'anni morto dopo essere stato raggiunto da un colpo di pistola all'addome ieri pomeriggio nel quartiere carbonara di Bari.

Ucciso da un solo colpo. E' morto ieri pomeriggio il trentenne Robert Gabriel Asan, romeno che viveva nel  quartiere Carbonara di Bari, da poco scarcerato e con precedenti penali per estorsione, percosse, rissa, minaccia, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L'omicidio, secondo le prime ipotesi degli investigatori, non sarebbe maturato nell'ambito della criminalità. A scatenare la furia omicida una discussione che può essere legata a questioni familiari. La zona è quella che separa l’ospedale Di Venere dal quartiere Poggiofranco, a poca distanza dallo stadio San Nicola. I carabinieri hanno arrestato i presunti responsabili dell'omicidio. Si tratta di Michele Tangorra, di quarant'anni, e di Nicola Ruggieri, di 48, rispettivamente fratello e marito della sorella della compagna di Asan, finiti in carcere con l'accusa di omicidio volontario. Il movente dell'omicidio sarebbe ricondurre a dissidi nell'ambito familiare. A trovare il corpo senza vita del romeno, freddato con un colpo di pistola calibro 7,65 all'addome, a poca distanza da casa, era stata la compagna dell'uomo. Nel pomeriggio sono stati eseguiti tre stub. L’allarme per i carabinieri è scattato verso le 15, con una telefonata al 112. Arrivati sul posto, i militari hanno trovato la compagna della vittima. Sono poi intervenuti i militari della sezione Investigazioni scientifiche, che hanno avviato i rilievi utili alla ricostruzione dell’episodio.