Barletta, sotto l'Orto Botanico scoperta una discarica di rifiuti pericolosi

BARLETTA di Redazione AntennaSud 

 

Un discarica abusiva scoperta sotto l'Orto botanico comunale, che è stato sequestrato unitamente a 27 appartamenti, 17 terreni, numerose automobili, decine conti correnti e quote societarie per un valore complessivo di dieci milioni di euro. 

 

Beni per un valore complessivo di circa 10 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri a Barletta in esecuzione di un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip di Trani. Quattro persone sono accusate di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, frode nelle pubbliche forniture, abuso d'ufficio, falso ideologico, inquinamento ambientale, e gestione rifiuti non autorizzata. I provvedimenti scaturiscono da indagini avviate nel gennaio 2015 che hanno svelato condotte fraudolente di un dirigente dell'ufficio lavori pubblici e due dipendenti comunali, nonchè  del legale rappresentante della ditta di appalto delle opere relative alla realizzazione dell'Orto Botanico. E' stato accertato come i quattro indagati abbiano eseguito i lavori in violazione del capitolato, falsificando atti e documenti e realizzando l'impianto botanico difforme dalla progettazione finanziata dalla Regione Puglia e dal Comune di Barletta, per un valore tra l'altro di gran lunga inferiore alla spesa documentata. L'inchiesta ha inoltre accertato che nel corso dei lavori sono stati nascosti nel suolo sottostante materiale edilizio e rifiuti speciali pericolosi, riscuotendo indebitamente le spese aggiuntive  di smaltimento e di bonifica del sito dagli scarti inquinanti come piombo, zinco e cadmio. Veleno per le piante che erano state allocate nell'Orto.