Calcio: Bari - Ternana, 4-0, torna il sereno tra i Galletti

BARI di redazione AntennaSud

 

 

Torna il sereno in casa Bari, il poker rifilato alla Ternana allontana la crisi e fa sperare nei play-off. Ma non è tutto risolto e non può essere unicamente una gara a portare fuori il Bari dalle difficoltà.

Dopo oltre un mese il Bari ritorna alla vittoria, conquistando tre punti importantissimi contro la Ternana nel turno infrasettimanale. Un 4-0 che non lascia spazio alle polemiche e rasserena gli animi dei pochi tifosi presenti al San Nicola dopo la brutta sconfitta di Lanciano.

I biancorossi, sin dalle prime battute impongono il proprio gioco facendo presagire quale sarà l’andamento della gara. Dopo un arrembaggio durato un quarto d’ora, il Bari si porta in vantaggio con Puscas al 16′, l’attaccante rumeno scuola Inter sfrutta uno splendido traversone su punizione di Sansone saltando più in alto di tutti, insaccando di testa per il vantaggio dei galletti. Il raddoppio arriva al 35, quando Di Noia inventa un cross di esterno sinistro che scavalca la retroguardia avversaria e trova Puscas ancora una volta pronto ad incornare per il raddoppio biancorosso. Sul finire di tempo ci prova anche Rosina con un tiro a giro di sinistro che di poco non trova l’incrocio dei pali.

Nella ripresa, Valiani e compagni sembrano determinati a chiudere subito la gara non dando la possibilità alla Ternana di avvicinarsi alla porta difesa ancora una volta egregiamente da Micai impegnato solo in un paio di occasioni. D’altra parte il Bari, dopo il raddoppio, non si chiude in difesa e, al contrario, va ancora all’attacco, senza fretta e con lucidità. Al 25′ arriva il 3-0. Dezi infila in rete e segna il suo primo goal con la maglia biancorossa, splendidamente servito da Rosina. Il 4-0 porta il nome di Sansone. Tutta la squadra abbraccia l’attaccante, finalmente determinante, al suo terzo centro stagionale. Finisce così, con una rivincita nei confronti degli umbri e una vittoria meritata. Ma soprattutto con il temporaneo rientro nella in zona playoff, anche se a pari merito con Entella e Spezia. La buona prova di ieri, alimentata dal coraggio e qualità dei giovani quali Puscas e Dezi e la ritrovata vena di Sansone, rinnova le speranze di una tifoseria delusa dagli ultimi deludenti risultati.