Partorisce in strada a Porto Cesareo, 19enne non vuole riconoscere il figlio

LECCE di Redazione AntennaSud

 

L'ha partorito per strada, a Porto Cesareo, e non vuole riconoscerlo. Una 19enne di Lecce è ricoverata con suo bambino, venuto alla luce sabato notte, all'ospedale Vito Fazzi. I suoi tre amici non sapevano fosse incinta.

E' uscita di casa per passare il sabato sera con gli amici ma ha partorito un bimbo per strada, a Porto Cesareo. Una 19enne di Lecce è stata ricoverata insieme al piccolo all'ospedale Vito Fazzi. Con lei, al momento del parto, c'erano tre amici: una ragazza e due ragazzi. I quattro, dopo aver girato per i locali della movida leccese, hanno deciso di andare a Porto Cesareo. Ad un certo punto, in prossimità di un lido balneare, la 19enne ha chiesto di scendere dall'auto per un bisogno fisiologico e l'amica, una 17enne, l'ha accompagnata aspettando a qualche metro di distanza. Dopo pochi minuti ha sentito dei vagiti, si è avvicinata e ha trovato l'amica accovacciata e sporca di sangue. Accanto a lei il neonato. Dopo aver reciso il cordone ombelicale, la 19enne voleva abbandonare il piccolo, ma uno dei ragazzi ha preso un plaid e l'ha avvolto. Dopodiché l'ha trasportato insieme alla madre al pronto soccorso dell'ospedale di Nardò. I medici hanno subito informato gli agenti del locale commissariato. Madre e figlio sono stati trasferiti d'urgenza in codice rosso all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove ora si trovano in buone condizioni. Il piccolo pesa 3,150 chilogrammi.

I tre ragazzi testimoni del singolare parto hanno riferito ai poliziotti di non essersi mai accorti che la giovane fosse incinta, avendola conosciuta da poco e avendola vista indossare sempre giacconi larghi. Il piccolo potrebbe finire in adozione perché la madre non vuole riconoscerlo. Il Tribunale per i minorenni di Lecce attenderà i tempi previsti dalla legge per un eventuale ripensamento, prima di avviare la procedura per lo stato di adottabilità.