Nichi Vendola ed Eddy papà di Tobia Antonio

CALIFORNIA di Redazione AntennaSud

 

Fiocco arcobaleno per Nichi Vendola e il compagno Eddy. E' nato sabato in una clinica californiana Tobia Antonio, da madre genetica californiana. La notizia della nascita della paternità di Vendola ha suscitato valanghe di commenti sul web, e dure polemiche da parte della destra, Salvini in testa. 

Tobia Antonio ha tre giorni di vita, ed è figlio di Nichi Vendola e del compagno Eddy Testa. E' nato sabato in una clinica californiana. Fiocco arcobaleno per questa creatura di madre genetica californiana, cresciuto nell’utero di una "donna di origine indonesiana residente negli Stati Uniti". L’ex governatore della Puglia ed il compagno italo canadese, neo papà, torneranno in Italia a fine marzo. Dal 2004 convivono a Terlizzi, città di origine di Vendola, che dopo i due mandati da governatore della Puglia aveva annunciato di volersi finalmente dedicare alla vita privata: nei suoi piani prima il matrimonio con Eddy, poi un figlio. "La paternià - aveva confessato - è un pensiero che riposa in un angolo della mia vita e che ho sempre rimandato. Sicuramente ho sempre amato il mondo dell’infanzia e vorrei scrivere un libro di filastrocche per bambini".
La notizia della nascita di Tobia è giunta nel nostro Paese pochi giorni dopo l'approvazione al Senato del travagliato ddl Cirinnà, che introduce in Italia le unioni civili tra persone dello stesso sesso e per la prima volta regolamenta le coppie di fatto, sia etero che omosessuali.
Tra condanne, osanna e insulti, il web è impazzito per la neo paternità di Nichi Vendola. C’è chi condanna "l'acquisto di un bambino", chi ironizza sui "comunisti che una volta mangiavano i bambini e ora li comprano". Chi s'indigna: "Generare con i soldi un bambino da una sconosciuta solo per dire sono papà. Egoismo assoluto". Ma c'è pure chi fa gli "auguri ai neo genitori e al piccolo", chi se la prende con i "moralisti da social", e chi, scherzando sulla verbosità di Nichi Vendola, osserva: "L’unico problema è che la ninna nanna durerà tre ore".  
Durissimi i commenti della destra politica. Il leader della Lega Salvini scrive: "Vendola e compagno sono diventati papà affittando l'utero di una donna californiana. Questo per me non è futuro, questo è disgustoso egoismo". Gli fa eco il senatore di Forza Italia Gasparri: "A parole sono contro l’utero in affitto ma poi usano questo turpe metodo per inventarsi genitori dei figli di altri. Si parla di nuovi casi. Un po’ di trasparenza su scelte e costi? Chi paga chi? Quanto?".  
Ma Vendola ribatte serafico: "Non c’è volgarità degli squadristi della politica che possa turbare la grande felicità che la nascita di un bimbo provoca. Condivido con il mio compagno una scelta e un percorso che sono lontani anni luce dall'espressione utero in affitto. Questo bambino è figlio di una bellissima storia d’amore, la donna che lo ha portato in grembo e la sua famiglia sono parte della nostra vita".