Bari, batosta Lanciano. E i playoff si allontanano

LANCIANO di Redazione AntennaSud


Il Bari delude ancora, perdendo a Lanciano. Ennesima brutta figura con i playoff che si allontanano. E martedì si torna in campo al San Nicola contro la Ternana.

La sconfitta subita a Lanciano certifica lo stato di crisi dei biancorossi. I sei punti conquistati nelle ultime dieci partite di campionato sono la prova inconfutabile dell’inversione di tendenza di una squadra che continua a deludere i propri tifosi.
Mister Camplone in Abruzzo mischia le carte e propone il centrocampo a tre con Valiani in posizione di regista, supportato da Defendi e Dezi. In difesa Di Noia a sinistra e Cissokho a destra; centrali Tonucci e Rada. In attacco, oltre il confermato De Luca, c’è Puscas al posto dell’infortunato Maniero e sulla destra si posiziona Sansone.
Prima conclusione a rete dell’incontro arriva al 9′, quando Sansone prova un tiro dai venti metri che il portiere avversario riesce in due tempi a controllare, anticipando di un soffio De Luca. Al 21′ ancora i biancorossi con Defendi, che conquista una punizione da posizione ottimale. Sulla palla si presenta lo specialista Sansone che calcia bene ma la sfera è deviata da un super intervento dell’estremo ospite Cragno. Sul seguente calcio d’angolo è Puscas a girare di testa ma la palla termina alta. Il primo tentativo a rete degli abruzzesi arriva solo al 25′, da palla inattiva con Aquilanti che in torsione prova l’incornata di testa ma la sfera termina alta sulla traversa. Il Bari torna all’attacco con Sansone che semina il panico nella retroguardia avversaria e Bacinovic lo atterra. Questa volta a battere la punizione è De Luca che però calcia debole e centrale. Sessanta secondi dopo, al 33′, Valiani sceglie l’iniziativa personale e dai venticinque metri lascia partire un tiro potente e preciso che si stampa sulla traversa con Cragno immobile.
Nella ripresa la reazione dei padroni di casa. Dopo appena 40 secondi gli abruzzesi vanno vicini al vantaggio con un colpo di testa di Vastola che si spegne sulla parte esterna della rete. Il Bari ha qualche difficoltà in più nel costruire la manovra, con gli avversari più aggressivi, che provano a schiacciare i ragazzi di Camplone nella propria metà campo. Il Lanciano al 17’ punisce i galletti con Ferrari che, indisturbato al limite dell’area, scavalca Micai con una conclusione a giro per l’1-0 dei padroni di casa. Il Bari prova la reazione ma il Lanciano sembra un’altra squadra rispetto alle fasi iniziali della gara. Ci prova Dezi con una splendida conclusione di potenza che termina di poco alta sulla traversa.
Termina 1-0 per il Lanciano. Nona sconfitta per il Bari, al cospetto di una squadra non certo irresistibile. Negli ultimi mesi De Luca e compagni hanno collezionato una sola vittoria, tre pareggi e altrettante sconfitte. Una media punti da retrocessione e martedì si ritorna in campo al San Nicola contro la Ternana.