A Lizzano un centro per famiglie

LIZZANO di Redazione AntennaSud

 

Inaugurato a Lizzano, nel tarantino, il centro per la famiglia "Il Villaggio". Un luogo di ascolto con particolare attenzione ai minori, gestito dalla cooperativa sociale Edelweiss e ubicato in un’ala del Convento di San Pasquale.


Lizzano ha finalmente il suo centro per la famiglia e il sostegno alla genitorialità: un luogo di ascolto, sostegno e condivisione con una particolare attenzione ai bambini. Si chiama "Il Villaggio". A gestirlo sarà la cooperativa sociale Edelweiss, attiva sul territorio jonico da oltre sette anni.
In questa nuova struttura, ubicata in un’ala del Convento di San Pasquale, il personale della cooperativa operava già nel nido, nella scuola dell’infanzia e nel centro polivalente per minori. Si svolgono anche attività di informazione, sostegno e formazione a favore delle famiglie affidatarie adottive, di mediazione e consulenza familiare, di sostegno alla genitorialità, sia individualmente, sia in gruppi di mutuo aiuto.
Per celebrare questo evento importante per la comunità di Lizzano e del suo territorio, Edelweiss ha organizzato venerdì il convegno “Le famiglie… al centro”, un'occasione di riflessione e approfondimento su criticità ed esigenze affrontate ogni giorno dagli operatori de “Il Villaggio”.
Sei relatori hanno analizzato le problematiche dell’istituto della famiglia, in chiave storica e d’attualità, fino ad esaminare le politiche sociali attuate a sostegno dei nuclei familiari a livello nazionale, regionale e territoriale. Cinque workshop hanno animato la seconda parte del convegno, concluso da una tavola rotonda.
La cooperativa sociale Edelweiss, nata nel 2009 per iniziativa di un gruppo di persone che già operavano nel sociale, da subito si è caratterizzata per i servizi rivolti ai minori, dalle attività ludiche a quelle educative e didattiche.
Gli operatori hanno accompagnato disabilità, disagio scolastico, lutti, bisogni vari, entrando sempre più nei sistemi familiari, orientando, consigliando e ascoltando. Hanno così sperimentato quanto sia importante per le famiglie, soprattutto quelle in difficoltà, avere a disposizione un luogo di ascolto.