Porto di Bari, fertilizzante illegale ma "Made in Italy"

BARI di redazione AntennaSud

 

 

Al porto di Bari sono state sequestrate 504 tonnellate di prodotti potenzialmente dannosi per la salute in un'operazione congiunta della Guardia di finanza, del servizio antifrode dell'agenzia delle Dogane e dei carabinieri del Nas. Il fertilizzante, confezionato in oltre 20mila sacchi, era destinata a un distributore all'ingrosso di prodotti agricoli che ha sede in Sicilia. 

La dicitura riportava "Made in Italy", in realtà il prodotto era importato  illegalmente dalla Cina. Ventuno container che trasportavano 504 tonnellate di prodotti potenzialmente dannosi per la salute sono stati sequestrati al porto di Bari in un'operazione congiunta della Guardia di finanza, del servizio antifrode dell'agenzia delle Dogane e dei carabinieri del Nas. Il fertilizzante, confezionato in oltre 20mila sacchi, era destinata a un distributore all'ingrosso di prodotti agricoli che ha sede in Sicilia. I controlli di routine effettuati al porto per monitorare le merci in transito e controllarne l'origine. Il prodotto, importato dalla Cina come semplice 'calcium nitrate', è stato inviato in laboratorio per accertare la sua reale natura e stabilire la presenza eventuale di sostanze nocive per la salute o inquinanti. Il responsabile legale della ditta importatrice è stato denunciato per il tentativo di vendita di prodotti industriali con segni mendaci.