Tesseramento selvaggio nel Pd, la Gentile chiede il commissariamento del partito

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

 

Sul tesseramento selvaggio nel Partito democratico pugliese e sul caso Bisceglie, scende in campo anche l'europarlamentare Elena Gentile che chiede il commissariamento del Pd regionale. Al riguardo dall'opposizione rincara la dose anche il coordinatore di Forza Italia, Luigi Vitali che a proposito del sindaco di Bisceglie Spina, parla di trasformismo sfacciato per scelte carrieristiche. 

Il partito democratico nazionale deve assumersi le responsabilità che competono in questi casi. E verificare se vi sono le condizioni per adottare provvedimenti previsti dall'articolo 17 dello Statuto Nazionale, procedendo sia alla nomina di un commissario ad acta per la verifica del tesseramento e della relativa anagrafe sia al commissariamento del partito. Lo afferma l'europarlamentare Elena Gentile in relazione alla vicenda del tesseramento della giunta di centrodestra di Bisceglie. Il pasticciaccio di Bisceglie è la spia di un sommovimento tellurico che viene da lontano, spiega la Gentile. A partire dal tentativo operato prima e durante la campagna elettorale, di fare delle liste nominalmente civiche ma infarcite fino al collo di trasformisti e trasformismo, il nucleo centrale em dominante del nuovo governo regionale, con connesso ridimensionamento a ruolo ancillare del Pd, della sua storia, e dei suoi valori di riferimento. Quel tentativo - conclude - non riuscito per via istituzionale, si sta tentando di far rientrare per via politica. Attraverso tessere e tesseramento. Rincara la dose il coordinatore di Forza Italia Puglia Luigi Vitali che bolla come trasformismo sfacciato e frutto di scelte carrieristicge le richieste di iscrizione  al Pd da parte del sindaco Spina e della sua maggioranza di centrodestra. Sulle 22 richieste di iscrizione presentate da Spina e dai suoi consiglieri comunali, c'è un accordo politico tra il primo cittadino e il segretario regionale Emiliano che dovrà essere ratificato dall'assemblea del Pd pugliese. Ogni riferimento al caso Bisceglie da parte del premier Renzi è stato smentito dal comitato Pd per il tesseramento in Puglia. Vitali rileva che Renzi per una volta dice il vero: non è con le tessere che si scalano vette alte e di valore, perchè le radici anche del leaderismo sono nella forza delle idee che si sostengono. Nella sua nota il coordinatore di Forza Italia attacca poi l'amministrazione Emiliano di cui dichiara, non abbiamo capito ancora le idee. Su temi cone la sanità, l'agricoltura e la Xylella - conclude Vitali - la Regione non fa niente ma le tasse continuano ad essere tra le più alte d'Italia.