Assunzioni e appalti, minacce a Casa Sollievo Sofferenza

SAN GIOVANNI ROTONDO di Redazione AntennaSud

 

La Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo al centro di minacce per assunzioni e forniture. La dirigenza dell'ospedale ha presentato una denuncia.

"Minacciose pressioni intimidatorie" nei confronti della dirigenza dell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Una denuncia è stata presentata alle autorità competenti. "Le minacciose pressioni intimidatorie, ormai di pubblico dominio, poste in atto nei confronti della dirigenza dell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, manifestatesi in concomitanza del rinnovo di contratti relativi a forniture e servizi, nonché della selezione per l'assunzione di operatori socio-Sanitari, hanno indotto l'ospedale - si legge in una nota - a sporgere denuncia alle autorità competenti, interessando immediatamente la Procura della Repubblica, per tutelarne il suo buon nome e la sicurezza di quanti si occupano della gestione".

"I gravi fatti perpetrati nei confronti dell'ospedale - si legge ancora nel comunicato - costituiscono al tempo stesso una circostanza propizia, seppur negativa, per ribadire che la Casa Sollievo della Sofferenza voluta da San Pio, senza nulla temere, continuerà ad operare fedelmente alla missione affidata dal fondatore, per assicurare alla persona ammalata ogni amorevole attenzione e cura possibile, procedendo nella gestione secondo i canoni della trasparenza e delle buone pratiche, per testimoniare, anche mediante tali modelli gestionali, il perseguimento del bene comune, tenendo sempre vivo il carisma del santo fondatore, agendo in conformità al Magistero e alla dottrina sociale della Chiesa".