Sigilli ai beni del boss andriese Quacquarelli

ANDRIA di Redazione AntennaSud

 

Sequestrati beni e conti correnti bancari per oltre 800mila euro al pregiudicato andriese Giuseppe Quacquarelli. Più volte arrestato per associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, era stato condannato per traffico di eroina e cocaina.

Sigilli a due negozi di abbigliamento, conti correnti bancari e quattro veicoli, tutti riconducibili al pregiudicato andriese Giuseppe Quacquarelli. Il valore dei beni, sequestrati ad Andria dalla Dia di Bari, supera gli 800mila euro.

Quacquarelli, 56 anni, era stato più volte arrestato per associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, e condannato con sentenza definitiva nell'ambito dell'operazione "Castel del Monte", come promotore e organizzatore di un'associazione finalizzata al traffico di eroina e cocaina.

Il decreto di sequestro è stato disposto nell'ambito di una misura di prevenzione personale e patrimoniale della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Trani, su proposta della Direzione distrettuale antimafia. Le indagini sul patrimonio dell'intero nucleo familiare di Quacquarelli hanno permesso di accertare la sproporzione tra i redditi dichiarati e il tenore di vita del pregiudicato.