"Doing business con gli Emirati Arabi Uniti", un convegno ad UnionCamere a Bari

BARI di redazione AntennaSud

 

 

Un convegno che ha affrontato le principali questioni legali e pratiche dell'attività commerciale negli Emirati Arabi Uniti, come terra di investimento e collaborazione con l'Italia. "Doing business negli emirati arabi uniti. Aspetti legali e commerciali". Vediamo di che si tratta nel servizio.

Le principali opportunità riguardano i settori dei macchinari industriali e dei prodotti dell’industria meccanica, insieme alle produzioni di oreficeria-gioielleria ed il mercato del lusso. Ma anche turismo, energia, edilizia, protezione ambientale, agroalimentare, l’healthcare, il tessile-fashion. Sono solo alcuni ambiti di possibile espansione e crescita nei rapporti commerciali tra Italia e Dubai. Gli Emirati Arabi Uniti hanno un'economia aperta, con il decimo reddito pro-capite del mondo. "Doing Business negli Emirati Arabi Uniti : aspetti legali e commerciali", è il tema del Convegno che si è tenuto a Bari nella sede di Unioncamere, organizzato dallo studio legale Di Francia, a cui hanno partecipato, tra gli altri, l'assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia,  Loredana Capone, il Prof. Ugo Patroni Griffi – Presidente della Fiera del Levante, L'Avv. Giovanni Stefanì – Presidente Ordine Avvocati di Bari, e il dottor Andrea Troisi, amministratore unico della Troisi ricerche. Il Convegno, in materia di diritto internazionale, ha affrontato le principali questioni legali e pratiche dell'attività commerciale negli Emirati Arabi Uniti, con focus su Dubai. 

Gli EAU si confermano il principale mercato di sbocco delle esportazioni italiane in Medio Oriente e Nord Africa. La presenza imprenditoriale italiana negli EAU è in costante aumento; attualmente sono presenti oltre 160 società con propria filiale negli emirati e circa 20 attive nel manifatturiero e nella distribuzione sono invece localizzate nelle zone franche. Si prevede inoltre nel paese uno sviluppo esponenziale dei beni di consumo, legati soprattutto a agroalimentare, abbigliamento, automazione e arredamento.