Cerignola (Fg), immigrati chiedono il "pizzo" a comunità che li ospita

CERIGNOLA (FG) di redazione AntenanSud

 

 

Erano ospitati in una struttura che offriva loro vitto, alloggio e cinque euro settimanali. Ma, evidentemente a loro non bastava. Cinque giovani extracomunitari sono stati arrestati genti della Polizia di Cerignola per estorsione. 

Avrebbero cercato di estorcere denaro agli operatori della comunità che li ospitava. Non solo, con minacce cinque giovani extracomunitari  pretendevano anche altro. 4 maggiorenni e un minorenne sono stati arrestati genti della Polizia del Commissariato di Cerignola, nel Foggiano. Tutto è partito dalla denuncia del responsabile di una Comunità Educativa secondo il quale, da diversi giorni, un gruppo di cinque ospiti extracomunitari, quattro del Gambia ed uno del Mali, coalizzatisi tra loro, avevano incominciato ad avanzare richieste di somme di denaro a loro non spettanti, minacciando con violenza, in qualche caso, gli operatori della comunità e degli altri ospiti minori, nonché con atti di autolesionismo. Il responsabile spiegava loro che per legge, la struttura deve garantire vitto, alloggio ed integrazione; in più, la struttura da lui gestita fornisce PC, abbigliamento, accesso al WIFI libero e tutto ciò di cui gli ospiti hanno bisogno quotidianamente. Inoltre, fornisce a ciascun ospite quale “pocket money” la somma contante di cinque euro a settimana. Ma nonostante ciò le minacce continuavano. Pertanto, il responsabile, non avendo nessuna intenzione di cedere al ricatto dei cinque ospiti, ha sporto denuncia. I quattro sono rinchiusi nel carcere di Foggia e, il minorenne, nell'istituto Fornelli di Bari.