Decarbonizzazione Ilva e Cerano, Emiliano chiama ma Renzi lo ignora

LECCE di Redazione AntennaSud 

 

La Puglia è stanca di produrre energia per il resto del Paese e di avere in cambioo dati sui tumori come quelli che sono stati presentati ieri in Salento. Se il Governo considera l'Ilva strategica per il nostro Paese, l'unica cosa che può fare è immediatamente avviare il processo di decarbonizzazione. 

 

Avviare il processo di decarbonizzazione dell'Ilva. Lo ha sottolineato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano durante la presentazione del report "Ambiente e salute in provincia di Lecce" promosso dalla rete di prevenzione oncologica leccese, nata all'indomani della estensione alle province di Brindisi e Lecce della attività del centro salute e Ambiente di Taranto. Emiliano ha anche sottolineato come un processo di questo tipo  potrebbe anche vedere allontanarsi il rischio di infrazione per aiuti di Stato in quanto sarebbe possibile utilizzare fondi pubblici. Il presidente della Regione ha ricordato al riguardo che bisogna rapidamente adempiere agli obblighi che l'Italia ha preso a Kyoto e poi riconfermati quest'anno a Parigi, Credo - ha aggiunto Emiliano - che non dovrò fare alcuni sforzo per convincere il presidente del Consiglio ad attuare la decarbonizzazione  dell'Ilva e dell'Enel di Cerano perchè siamo obbligati a farlo. Gli ho anche mandato un programma di massima, - ha concluso ironicamente - che evidentemente lo interessa così tanto che ha deciso di non rispondermi per approfondirlo.