Ricettazione, 48enne di Andria preso con le mani nei... borsoni

ANDRIA di Redazione AntennaSud

 

Ad Andria un sorvegliato speciale è finito in carcere. I carabinieri l'hanno sorpreso in possesso di alcuni borsoni carico di centraline elettroniche e pezzi di auto, risultati rubati.

I carabinieri di Andria l'hanno sorpreso in possesso di borsoni carichi di centraline elettroniche di auto, parti meccaniche e attrezzi vari per smantellare le vetture. Un sorvegliato speciale andriese di 48 anni è stato fermato con le accuse di ricettazione, inosservanza degli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria e possesso ingiustificato di grimaldelli.
Durante un servizio di perlustrazione, i militari hanno notato l'uomo in contrada “Coppe Tre Miglia”, mentre trasportava dei borsoni prelevati da un casolare, per riporli nel cofano di una Volkswagen Passat. L'auto era priva di targhe. Nei borsoni è stata trovata e sequestrata la merce, risultata rubata. Immediatamente è scattato il fermo per il 48enne, condotto nel carcere di Trani.