Torre a Mare, Mola, Cozze: accessi al mare vietati abusivamente

BARI di redazione AntennaSud

 

Accessi al mare negati da filo spinato e da enormi massi. E ancora, sporcizia e incuria sulle complanari che da Torre a Mare portano a Mola, Cozze e Polignano. I pescatori di Torre a Mare denunciano la situazione all'ex assessore comunale Ludovico Abbaticchio che oggi posta su facebook la situazione incresciosa.

"Avete notato che tutti i tratturi che portano a Mare in particolare dal lato Torre a mare-Cozze-Mola-Polignano sono stati chiusi sia con filo spinato o con massi enormi. Me lo stavano dicendo alcuni amici pescatori da riva e mi chiedevano come poter fare per denunciare questa illegittima situazione. Infatti l'accesso al Mare è un diritto non solo di cittadinanza ma anche ambientale e di salute del popolo". A lanciare la segnalazione raccolta dai pescatori della zona è l'ex assessore del Comune di Bari, Ludovico Abbaticchio che denuncia su facebook la situazione e continua: "Bisogna che qualcuno intervenga...I Comuni di competenza, l'Area Metropolitana,la Regione...oppure La Magistratura? Cosa ne pensate e che cosa dovremmo fare? Io avviserò il Sindaco Decaro dell'Area Metropolitana ed altri di competenza voi datevi anche da fare...facciamo rete!" Le criticità, in effetti ci sono, anzi aumentano per quelli che possono considerarsi veri e propri abusi. Chi ha il dovere di decidere quali zone debbano essere chiuse o quali accessi al mare invece consentire? I cittadini, soprattutto quelli di Torre a a Mare sono esasperati. "C'è un abbandono indescrivibile - dichiara uno di loro. "Ormai Torre a a Mare è allo sbando. Tra sporcizia, villette abusive, signorine con tanto di tavolino, sedie e ombrellini, le complanari che dovrebbero in qualche modo avvicinarci al nostro mare, lo stanno invece facendo allontanare". Il problema dunque dell'accesso al mare sollevato da non pochi pescatori della zona si arricchisce della questione sporcizia e abbandono per quella che dovrebbe essere una delle zone più turistiche della città". Non dimentichiamoci che qui a Torre a Mare - dichiara ancora il cittadino - dalla primavera all'autunno le strade e le complanari si riempiono di gente, ma l'incuria della costa sta scoraggiando molti ad avvicinarsi". "Se arrivi a qualche km più avanti, a Mola, si può godere del lungomare completamente rifatto, con marciapiedi enormi e il passeggio che avviene anche in inverno". Insomma, signor sindaco, forse è il caso che ora si intervenga anche su una zona da troppi anni trascurata.