Processo Escort, sì all'uso delle intercettazioni

ROMA di redazione AntennaSud

 

 

L'aula della Camera ha approvato l'autorizzazione all'utilizzo di sedici intercettazioni e conversazioni nel procedimento a carico di Silvio Berlusconi (deputato all'epoca dei fatti) richiesta dal giudice per l`udienza preliminare del tribunale di Bari.

Hanno votato a favore 335 deputati, contrari 63, astenuti 14. Il procedimento è quello legato al cosiddetto caso delle escort: secondo l'accusa il leader di Forza Italia avrebbe indotto l'imprenditore Gianpaolo Tarantini "a tacere informazioni a sua conoscenza e a rendere dichiarazioni mendaci e reticenti nel corso degli interrogatori che il predetto era chiamato a rendere, in qualità di indagato, dinanzi all`autorità giudiziaria".