Addio a Vito Vasile, l'abbraccio del ct della nazionale Conti

BARI di redazione AntennaSud

 

"Era diventato un amico di famiglia. La notizia della sua morte mi ha profondamente rattristato". C’era anche Antonio Conte, il commissario tecnico della nazionale italiana di calcio, ai funerali di Vito Vasile, l’imprenditore del settore alberghiero stroncato a 72 anni da una lunga malattia. 

C'era anche il commissario tecnico della Nazionale, Antonio Conte, ai funerali dell'imprenditore Vito Vasile nella cattedrale di Bari. A Vasile lo legava un rapporto speciale: anche quando è andato via da Bari, Conte appena ne aveva la possibilità si rifugiava con la moglie e la figlia nei suoi alberghi. "Gli avevo promesso che gli avrei portato la Nazionale al Parco dei principi. Per l'amichevole tra Italia e Spagna, in programma a marzo, era candidata anche Bari, poi è stata scelta Udine. Vito era una persona davvero unica", ha detto Conte parlando con amici e col governatore pugliese Michele Emiliano. Ai funerali c'erano anche altri personaggi del mondo del calcio, a cominciare dall'ex direttore sportivo biancorosso Guido Angelozzi, oggi al Sassuolo, e i calciatori Guarna e Defendi. Vasile, imprenditore e costruttore barese era un tifoso fedele e sostenitore, anche economicamente, dei biancorossi. Spesso aveva pagato di tasca propria le trasferte del Bari e aveva ospitato i giocatori gratuitamente nel suo albergo nei periodi più difficili della squadra. "Mi dispiace che abbia sofferto tanto per una malattia che l’ha profondamente debilitato. Poi in ospedale le cose sono precipitate" ha concluso il ct. «Rimarrà per sempre nel cuore mio e della mia famiglia». Sul feretro una maglia e una sciarpa biancorosse.