Violenza sui bus urbani, in campo anche la squadra speciale dei Gisu 

BARI  di Redazione AntennaSud 

 

A causa delle violenze sui bus urbani dell''Amtab il Comune decide di ricorrere ai Gisu, si tratta di una squadra speciale della polizia municipale che ha approntato un servizio anti-aggressioni disposto dal comandante Marzulli e prevede sia il controllo a bordo dei mezzi Amtab sia la scorta alle corse soprattutto negli ultimi turni. 

Il pattugliamento sarà svolto proprio da queste squadre speciali che presiederanno il capolinea di Piazza Moro e le linee considerate più a rischio. In caso di avvistamenti sopspetti o di gruppi di ragazzi che possono in qualche modo destare sospetto potranno salire a bordo dei mezzi e rilevare la loro identità. Un deterrente che potrebbe fubnzionare, messo in atto dopo i numerosi atti di violenza avvenuti nei giorni scorso contro autisti e controllori. Dalle undici a mezzanotte i bus delle line più a rischio come l'11 l'11 barrato, il 3, il 4 e il 13 diretti a Loseto, Ceglie e al quartiere San Paolo saranno scortati da una pattuglia del Gisu composto da 28 unità specializzate. Sono agenti che vestiranno divise differenti da quelle dei vigili urbani, simile a quella dei carabinieri. Indossano mimetiche blu imbottite, basco e pistola. L'istituzione del corpo voluto dal sindaco Decaro risale a circa un anno fa per fronteggiare l'emergenza vandalismo. Ma a controllare i pullman ci saranno anche agenti in borghese , nonchè posti di blocco di carabinieri e polizia nei pressi delle fermate e dei capolinea di periferia. Nell'immediato futuro, al fine di arginare l'odioso fenomeno, si provvederà anche all'installazione di telecamere all'interno dei mezzi.