Brindisi, la Mariano non intende candidarsi. Per le Primarie non sarà semplice 

BRINDISI  di redazione AntennaSud 

 

 

Nessuna candidatura a sindaco di Brindisi. La deputata del partito democratico Elisa Mariano, smentisce le voci che la indicavano come papabile nella corsa alla carica di primo cittadino dopo il commissariamento del Comune. 

 

Se non ci fosse stato il Partito democratico di Brindisi e più in generale il Pd pugliese nel fronteggiare lo scandalo che ha colpito l'amministrazione comunale, probabilmente la forte reazione della città non ci sarebbe stata. Lo ha detto il segretario regionale uscente a margine di un'assemblea aperta alla cittadinanza convocata dopo l'arresto per corruzione del sindaco Mimmo Consales. Quest'ultimo eletto nel maggio del 2012 nelle file del Pd, al vertice di una coalizione di centrosinistra. Dal momento in cui è emersa l'esistenza di inchieste giudiziarie a suo carico, nel 2013 si è autosospeso dal partito e non vi è più rientrato. "Il Pd oggi inizia la campagna elettorale ma inizia assieme a tutta la comunità brindisina una nuova storia. Anche questa volta dobbiamo cambiare pagina e ricominciare". Emiliano ha anche parlato del conflitto politico con il sindaco Consales per ragioni legate alle difficoltà amministrative nell'urbanistica e nella gestione dei rifiuti. L'intervento di Emiliano è servito per evitare che le difficoltà con il ciclo dei rifiuti provocassero danno alla città. Quanto al lavoro svolto dalla Procura della Repubblica di Brindisi e dalla Digos, per Emiliano è stato un lavoro straordinario. In merito alle primarie per le prossime amministrative, sarò difficile trovare candidati. La deputata brindisina del partito democratico  Elisa Mariano ha declinato l'invito: "Preferisco dedicarmi alla città ma da parlamentare".